Il nostro sito utilizza i cookies - alcuni sono essenziali al funzionamento del sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza utente. Utilizzando questo sito, state consentendo l'uso di questi cookie. Per ottenere maggiori informazioni, vi preghiamo di leggere la nostra informativa sulla privacy.


Our site uses cookies – some are essential to make the site work; others help us improve the user experience. By using the site, you consent to the use of these cookies. To learn more about cookies, please read our privacy statement.

L'evento pubblico, tenutosi a Milano il 5 marzo 2016, per ricordarci, incontrarsi e raccontare i primi 50 anni di vita dell' A.N.ITA.

 

In tantissimi alla festa di A.N.ITA.

Un successo che è andato oltre le aspettative quello che si è registrato nel pomeriggio di sabato 5 marzo 2016, alla sala C.A.M. In Corso Garibaldi a Milano.

Organizzato sotto forma di talk show, l'attore comico Gianmarco Pozzoli ha accompagnato per oltre due ore i presenti lungo un percorso di 50 anni intervistando gli ospiti che hanno raccontato memorie e suggestioni di mezzo secolo di naturismo italiano.

Il pomeriggio si è aperto con la proiezione in anteprima assolta di uno spot promozionale del naturismo realizzato da Giuseppe Maccioni.

Ad aprire le ”danze delle interviste” sono saliti sul palco degli ospiti, Giovanni Pellegrino, uno dei fondatori dell'A.N.ITA., l'Associazione Naturista Italiana, e Marco Cattaneo, l'attuale Presidente dell'Associazione stessa. Hanno raccontato, non senza emozione, 50 anni di vita di questa che è oggi l'associazione naturista più attiva sul territorio italiano.

Tra un gruppo di ospiti, ed un altro scorrevano le immagini storiche e recenti montate da Giampietro Tentori per testimoniare questo lungo cammino di associazionismo naturista. A fare da sottofondo alle immagini le musiche e le canzoni di Enrico Ballardini, cantautore ed attore milanese, anch'egli naturista.

Il secondo gruppo di ospiti ha visto la presenza di Gianfranco Ribolzi, attuale Presidente delle Federazione Naturista Italiana e Rosita dal Soglio imprenditrici del settore turismo, che gestisce il villaggio naturista piemontese Le Betulle in Piemonte.

Il palco ha quindi ospitato Francesco Ballardini e Carlo Monguzzi, che hanno raccontato storie di denunce, ma soprattutto lanciato segnali di ottimismo spiegando come da queste denunce si è spesso giunti alla tolleranza e in tanti casi all'autorizzazione del naturismo in lunghi tratti di litorale.

L'ultimo gruppo di ospiti ha avuto per lo più un carattere “istituzionale”. Sono infatti stati intervistati l'ex parlamentare Franco Grillini, che più volte ha cercato di far approvare al Parlamento una legge sul naturismo. Claudio Pedrazzini e Marco Tizzoni, i due consiglieri di Regione Lombardia che sono gli autori dell'emendamento alla legge regionale sul turismo che ha di fatto ottenuto il riconoscimento del naturismo in Lombardia. Assente per indisposizione l'On. Lacquaniti che non ha però fatto mancare il proprio contributo alla festa impegnandosi di fatto per far togliere dalla legislazione italiano il fatto che un naturista possa essere denunciato per atti contrari alla pubblica decenza. Ha inoltre invitato l'A.N.ITA. a farsi promotrice in Parlamento di un incontro per parlare delle opportunità che il naturista può portare in Italia per un nuovo sviluppo turistico.

Abbiamo raccolto alcune testimonianze tra gli ospiti. Carlo Monguzzi, attuale consigliere comunale di Milano, che in giovane età è stato denunciato e poi assolto perché nel Parco dell'uccellina prendeva il sole nudo su una spiaggia: “E' stata un'iniziativa innanzitutto a favore della libertà. Il naturismo è una componente culturale che fa del rispetto tra le persone la propria ragione primari di vita”

Il Consigliere Regionale Pedrazzini: “Come consiglieri abbiamo accolto e creduto in A.N.ITA. quando nel percorso legislativo che ha portato in Lombardia alla nuova legge quadro sul turismo abbiamo voluto inserire un emendamento che di fatto ha riconosciuto la pratica naturista nella nostra regione.  Oggi abbiamo ascoltato testimonianze interessanti che ci hanno fatto comprendere quanto sia vivo il movimento naturista. Questo evento di festa per i 50 anni della vostra associazione ci ha confermato la bontà della scelta del riconoscimento del naturismo che può dare una grande opportunità di sviluppo turistico in Lombardia.”

Sulla stessa lunghezza d'onda l'altro promotore dell'emendamento di regione Lombardia, il Consigliere Tizzoni che ha riconosciuto il valore dell'associazionismo per esprimere valori di libertà.

Soddisfatto dell'ottima riuscita dell'evento il Presidente di A.N.ITA. Marco Cattaneo: “è stata una splendida giornata che ha sottolineato la vitalità dell'associazione ed è di buon auspicio per le prossime iniziative in programma”.


Iscriviti ad A.N.ITA