Il nostro sito utilizza i cookies - alcuni sono essenziali al funzionamento del sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza utente. Utilizzando questo sito, state consentendo l'uso di questi cookie. Per ottenere maggiori informazioni, vi preghiamo di leggere la nostra informativa sulla privacy.


Our site uses cookies – some are essential to make the site work; others help us improve the user experience. By using the site, you consent to the use of these cookies. To learn more about cookies, please read our privacy statement.

"SESIA E TREBBIA IN FESTA INSIEME”

Nel contesto del Ferragosto condiviso e diffuso 2020, l’A.N.ITA. ha voluto essere fortemente presente sulla spiaggia fluviale sul Sesia, nel comune di Varallo, con diversi esponenti del proprio consiglio direttivo,

 

trattandosi del primo evento ferragostano, dalla ufficializzazione della spiaggia avvenuta nel settembre dello scorso anno.

L’evento ha avuto un forte impatto mediatico e turistico. Nel corso della giornata di Ferragosto si sono affacciati in spiaggia molti naturisti provenienti dalle zone limitrofe, ma anche da zone più lontane con presenze anche di turisti stranieri e di persone che affrontavano per la prima volta l’esperienza naturista tra timori e incertezze, questo a dimostrazione che dal punto di vista naturista Varallo è una zona sicura.

Fin dalle prime ore della mattina gli organizzatori dell’evento, membri dell’A.N.ITA., hanno accolto tutte le persone che hanno deciso di trascorrere la giornata in spiaggia in compagnia dell’associazione.

Verso l’orario di pranzo, i presenti hanno ricevuto la graditissima presenza del vicesindaco del comune di Varallo, che si è soffermato a scambiare pareri, idee e ringraziamenti con le persone presenti e con gli esponenti dell’associazione, in particolare con il Presidente Giampietro Tentori e il Consigliere Marco Calzone, fautore e promotore del progetto del turismo naturista in Val Sesia. Insieme al vicesindaco si è potuto brindare alla bella giornata, arricchita da un sole splendente, con la sangria offerta a tutti.

Nel corso del pomeriggio si sono affacciate alla postazione dell’A.N.ITA. diverse persone, che si trovavano lì per la prima volta, per chiedere informazioni sulle iniziative naturiste che l’associazione promuove sia in Val Sesia che in altre località, alcune di queste, entusiaste della giornata, hanno deciso di associarsi subito, l’occasione ha anche permesso all’associazione di raccogliere fondi per il fondo di solidarietà.

Verso le 17 del pomeriggio è avvenuto il fatidico taglio dell’anguria e la festa è continuata fino al calar del sole.
Molti hanno scelto di cenare insieme in una Varallo illuminata a festa e arricchita di musica che ha permesso di mettere in risalto storia e cultura del luogo.

Molti dei partecipanti alla giornata di Ferragosto hanno deciso di fermarsi anche nella giornata di domenica, che nonostante il tempo incerto, ha visto ancora un buon numero di presenze in spiaggia per una giornata in tranquillità e relax sulle rive del fiume Sesia.

La presenza di A.N.ITA. è stata importante anche in Val Trebbia, dove, insieme al gruppo storico del TrebbiaNat, si è dato vita ad una splendida giornata di Ferragosto nella storica spiaggia del Secchiello Selvaggio nel basso piacentino.

Il tempo incerto e un piccolo temporale non hanno impedito lo svolgersi in allegria del programma. Come sempre accade a Ferragosto la spiaggia del Secchiello si è riempita di naturisti provenienti da tutte le zone limitrofe, dal Piemonte e dalla Lombardia, molte famiglie con bambini e anche persone che si avvicinavano all’ambiente naturista per la prima volta.

Come di consuetudine, è stato Claudio Ceresa, Consigliere A.N.ITA. e responsabile del Gruppo TrebbiaNat, ad accogliere i partecipanti alla giornata. Sempre nel rispetto delle regole del distanziamento sociale, imposte dal periodo che si sta attraversando, la giornata è arrivata presto all’ora del pranzo, anticipato con un brindisi a base di focaccia e prosecco. Il primo pomeriggio è proseguito con l’attività sportiva principale al secchiello, cioè la pallavolo, per poi, come spesso succede, divertirsi tutti insieme con la battaglia in acqua a colpi di “secchiellate”. Verso il tramonto i presenti si sono preparati per una grigliata in riva al fiume, brindando a sangria e accompagnati da musica e balli.

Le iniziative a Varallo e in Val Trebbia, nel contesto del Ferragosto condiviso con altre associazioni e gruppi liberi presenti su tutto il territorio nazionale, hanno sicuramente dato un forte segnale al futuro del movimento naturista italiano. L’A.N.ITA ci crede e questa iniziativa ne è la prova, il naturismo come stile di vita è ormai una realtà abbracciata anche da tanti italiani.